I 12 mesi piú belli della mia vita

La mia vita post-liceo e l’anno in cui ho imparato che tutto é possibile.

Siamo alla fine di Agosto e per la prima volta in 365 giorni senza freni ho deciso di fermarmi e guardarmi un attimo indietro. L’ultima volta l’ho fatto intorno al 23 Agosto dell’anno scorso. Ecco perché ho deciso di pubblicare l’articolo esattamente un anno dopo. Quella data è qualcosa di simbolico per me. Un anno dopo più che mai mi rendo conto di quante cose possono cambiare e succedere in solo un anno di vita. I primi 12 mesi della mia era post-liceo sono stati semplicemente meravigliosi. Da una vita in cui il tuo destino era nelle mani degli altri, a una in cui sei davvero libero di metterti alla prova con LE TUE regole e le TUE strategie per fare quello che davvero vuoi fare TU col tuo tempo. In questa situazione, i fallimenti sono meno amari e i successi sono ancora più gloriosi. Sento davvero che la mia vita ha davvero avuto una svolta e non ho nessuna intenzione di tornare indietro.

E’ COME SE I TERRIBILI MOMENTI DEL MIO PASSATO FOSSERO ACCADUTI PER RENDERE POSSIBILE TUTTO QUESTO

Come ho scritto in passato, questi 12 mesi sono stati rischiosi, pieno di scommesse su me stesso, cambiamenti, nuove esperienze e ormai ho perso il conto di quante volte le cose sarebbero potute andare molto, molto male. Ma il rischio ha ripagato. Le scommesse sono state vinte. E’ come se tutti i momenti brutti e difficili che ho avuto nella mia vita (e purtroppo un paio ne ho avuti, anche estremamente pesanti) fossero avvenuti in preparazione a quest’anno. Purtroppo non si può cambiare ció che é successo e non si può nemmeno immaginare come sarebbero le cose se alcuni eventi non fossero accaduti. L’unica cosa che posso fare é dire: sono ancora qui. Sono più felice che mai e il futuro appare meraviglioso: queste sono le uniche cose davvero importanti adesso.
È stato un anno incredibile, sotto molti punti di vista. Mi sono concentrato sulle cose che mi fanno piú felice e non mi pentiró mai di questa scelta. Mai un momento davvero triste o di ansia vera e propria. Sogni si sono avverati. Ambizioni soddisfatte. Curiosità saziate. Ovviamente tutto questo non é accaduto da un giorno con l’altro. E’ stata una cosa graduale, distribuita nel corso di questi ultimi 12 mesi. E diciamo che un po’ me lo aspettavo: l’ultimo anno del liceo é stato di fatto una lunghissima attesa. Ero follemente stufo della vita da scuola superiore e mi sentivo come un leone in gabbia, che ha pazienza e covava piani per quando sarebbe stato libero. Perché sapevo che stava per arrivare un periodo meraviglioso. Potevo sentirlo e i miei compagni di classe lo sanno bene. Quando ho superato la maturità, la gabbia si é aperta e molte cose sono cambiate.

 IL FATTO DI PIANIFICARE LA MIA VITA NELL’ ANNO PIÙ IMPORTANTE DI SEMPRE HA AVUTO RISULTATI COSÌ POSITIVI CHE HO DECISO DI FARLO PERIODICAMENTE 

Potrei stare qui a parlare per ore di tutto ció che é successo in questi mesi. Dall’università e le persone che ho conosciuto lí dentro. Alle decine di aneddoti e avventure notturne nelle serate con gli amici. Al viaggio a Vienna, il primo che ho fatto quasi COMPLETAMENTE da solo. Al folle Capodanno a Rimini durato tre giorni di fila, quasi senza chiudere occhio. Quando ho annunciato la partnership con BitService srl? Indescrivibile. Con il successo di Fear Of Traffic e la risposta positiva da parte del mondo intero, ho sentito di essere davvero diventato qualcuno, di aver combinato qualcosa di importante per il mio futuro professionale e non solo. Quando ho letteralmente volato nella Valtellina a 120 km/h a centinaia di metri di altezza? Adrenalinico. E, per finire, le vacanze estive sono state il coronamento definitivo di un anno senza freni. 27 giorni di seguito di follia in giro per il mondo: Alassio/San Remo, da cui ricorderò soprattutto il bagno fatto alle 3 del mattino. San Francisco, il mio primo viaggio in America da cui sono tornato con mille aneddoti e la mia visita alla Silicon Valley, dove vive letteralmente la mia passione. E per finire, Corfù: 10 giorni con centinaia di ragazze e ragazzi a ballare, bere e volerci bene sulla fino all’alba (indimenticabile il Silent e il Color Party). Non dimenticheró mai questa estate.

ORA HO CAPITO DAVVERO COME VOGLIO PASSARE LA MIA VITA

Questo é stato l’anno in cui ho capito davvero come voglio affrontare la mia vita: da spirito libero. Questo é stato davvero un anno di rinascita. Sono una persona molto diversa dall’anno scorso e mi aspetto di essere ancora piú diverso l’anno prossimo. La cosa che più mi entusiasma? Pensare a quanto sono cresciuto da Settembre, ripercorrere tutte le cose che sono successe e rendermi conto anche che ho ancora decine di anni di vita davanti a me. Sarà divertente.