Le cose che più mi piacciono di Monza

Ognuno di noi è legato alla città dove è nato o per lo meno dove ha passato la propria infanzia. Associamo eventi della vita a edifici, parchi, strade e luoghi che per molti sono banalissimi ma che noi ricorderemo anche a distanza di decenni. Io non faccio eccezione e so che ovunque il futuro mi porterà, ci sono queste cose che non mi faranno mai dimenticare che ho sempre apprezzato questa città.

COSI’ GRANDE, MA ANCHE COSI’ PICCOLA

Penso che le dimensioni ma anche l’importanza della città a livello regionale sia in un equilibro perfetto. Non è certamente una città dedicata al turismo e all’arrivo di gente dall’esterno (nonostante un paio di eccezioni, tra cui ovviamente il Gran Premio di Monza), ma non è nemmeno l’ultimo posto dimenticato dal mondo come lo sono i millemila orribili paesini sparsi nella Brianza. Non c’è nientwp_20160902_15_12_50_riche che possa mancare e i negozi soddisfano ogni esigenza, oltre ad essercene anche di abbastanza famosi. Non ci si ritroverà quasi mai nella necessità di dover uscire fuori dai confini perchè manca qualcosa che a Monza non si trova, a meno che non si cerca qualcosa di davvero particolare. C’è anzi quasi il problema opposto: ci sono fin troppi negozi e bar che spesso chiudono davvero troppo in fretta, per poi essere rimpiazzati con un’ altra impresa praticamente identica nella merce venduta ma con nome diverso. Rimane comunque la sensazione di una città che vive e non si ferma mai, nel bene e nel male.

 LA CITTA’ E’ VIVA

Pur non essendo una delle città meno inquinate d’Italia, il verde è distribuito in modo ottimale e c’è un grande parco. Non si ha assolutamente una sensazione opprimente come magari può esserci a Milano, fin troppo dispersiva e nel caos completo, con strade piccole e fino a centinaia di persone ad ogni via, per non parlare del traffico. wp_20160902_14_50_23_richA Monza gli spazi sono ampi, ci si gode l’ambiente e si riesce tranquillamente a girare in automobile. Questo non significa ovviamente che la città sia deserta, anzi. Ci sono molte persone e soprattutto il centro è sempre popolato, come non lo è mai stato prima, ad ogni ora del giorno e della sera; con tanto di parcheggio per le automobili di cui tanto si è dovuto sopportare la lunga costruzione nel corso degli anni. La città è semplicemente viva ed è un davvero piacevole andare in giro, a qualunque ora e in qualunque stagione.

LA TECNOLOGIA E’ ALL’AVANGUARDIA

Anche tecnologicamente parlando Monza è messa bene, con tecnologie e iniziative come il bike sharing, fondamentale per me in fase universitaria in quanto devo raggiungere la stazione in tempi brevi e un’ottima copertura della fibra ottica, oltre a numerosissime zone con il wi-fi gratis. E’ anche presente un Dock Amazon, ovvero un punto di ritiro da cui recuperare tuwp_20160902_14_53_27_richtti i pacchi (di piccole dimensioni) ordinati sul sito.

Riassumendo, ci sono certamente zone più o meno belle (tra quest’ultime quella della stazione), ma complessivamente reputo Monza davvero un ottima città. Attualmente non sento assolutamente la necessità o il desiderio di cambiare perchè la città mi soddisfa appieno. Ma, comunque, ho davanti mesi in cui sarò sempre meno presente a Monza e quindi non escludo che magari questa opinione possa cambiare.