I miei vecchi diari

Adoro scrivere. Da bambino avevo tantissimi diari e questo sito ne è un po’ la continuazione spirituale, ovviamente aperta a tutti. Ma adoro ancora di più rileggere i miei vecchi testi, perchè dietro alle parole ci sono tutti i ricordi del periodo in cui li ho scritti.

Qualche tempo fa mi sono messo a riguardare i diari e le storie che scrivevo da piccolo. Alcune sono sbiadite dal tempo (portavo i diari ovunque) e molte fanno abbastanza sorridere (ho iniziato quando avevo 7-8 anni) ma ho deciso comunque di scannerizzarle in digitale e condividerne qui alcune.

All’inizio avevo inoltre la mania di scrivere in terza persona, non ho idea del perchè.

Sotto ogni foto del diario trovate la trascrizione esatta del testo, errori di ortografia compresi. Le parti in corsivo sono miei commenti personali


ptdc0035

ptdc0036

 

11 Aprile 2004

Le avventure di Flavio

Oggi di avventura quando apriva le uova di Pasqua nel primo quella tipo chinder aveva trovato una macchina che vadasola nel secondo quello di yughio (ai tempi lo guardavo) un porta chiave. Domani di avventura va al museo e questa volta è aperto anche il reparto portaerei e pure il reparto biplani (la prima volta che visitai il museo questi due reparti erano ancora in costruzione). Adesso che scrivo sono le ore 13:35 (ero pignolo già ai tempi). 


ptdc0039

ptdc0040

17 Aprile 2004

Un giorno di avventura Flavio era andato alla biblioteca e di libro aveva preso quello della formula uno. Poi Flavio di avventura era andato in un posto dove si fa’ la ginnastica. Oggi invece di avventura è andato dai nonni e ha portato il libro della formula uno. Adesso che scriviamo sono le ore 4:12.


Ok, questa che segue è imbarazzante.

ptdc0108

ptdc0109ptdc0110

28 Maggio 2005

Ieri pomeriggio a scuola, Flavio aveva preparato un biglietto d’amore per Francesca (ero proprio un romanticone). Poi alla pausa Flavio, mentre  Francesca giocava, iela aveva messo sul banco.

Quando era nel suo banco e l’aveva visto (qui intendevo: quando Francesca ha visto che c’era il biglietto sul banco), Flavio aveva fatto finta di gnente (niente). Dopo Francesca l’aveva fatto vedere alla maestra. E la maestra aveva detto:”allora siete innamorati proprio di cuore”. E infatti era vero.


ptdc0017

ptdc0018

29 Gennaio 2006

Venerdì, cioè il 27 Gennaio 2006 c’era una nevicata totale ma moltissimo totale.

Usciti da scuola abbiamo, con le palle di neve, innaffiato la maestra (che bravi bambini che eravamo). Invece Sabato io e Mattia siamo andati a vedere un balletto. Siamo partiti alle 8:00 e siamo tornati a casa a mezzanotte! (ai tempi andare a dormire a quell’ora era una cosa incredibile).

ERA TUTTO UN’ AVVENTURA

Sono due le cose che ho notato rileggendo questi diari: la prima è che ricordo ogni momento di cui ho raccontato.  La seconda è il modo in cui vedevo il mondo e le cose che mi accadevano. Il titolo in rosso all’inizio di ogni storia (“le avventure di Flavio”) ai tempi lo mettevo ovviamente quasi inconsciamente, ma di fatto era così che vivevo gli eventi: ogni giorno era un’ avventura da godersi, anche quelli più insignificanti. E questo mi ha ricordato di quanto è stata bella la mia infanzia. Forse un giorno rileggerò i primi articoli di questo sito e penserò la stessa cosa del periodo attuale.