Whatsapp: tre cose da sistemare

Whatsapp è senza ombra di dubbio l’applicazione che quotidianamente  usiamo di più, ma non è esente da qualche difetto, dal mio punto di vista, anche abbastanza importante.

  • SCARSO SUPPORTO PER SMARTWATCH

Forse gli smartwatch non saranno ancora così diffusi, ma l’esperienza su quelli esisitenti è estremamente limitante. Manca completamente il supporto ufficiale, per cui i messaggi in entrata sono visti come notifiche tradizionali. Da qui l’impossibilità di poter rispondere dall’orologio. Viene quindi meno un importante vantaggio degli smartwatch, ovvero poter rispondere comodamente dal proprio polso senza stare lì a tirare fuori il cellulare dalla tasca. L’unica eccezione è Apple Watch che permette di scrivere ma solo con del testo predefinito. E’ inoltre impossibile visualizzare messaggi multipli, ascoltare messaggi vocali e visualizzare le foto. C’è da lavorare.

WP_20160408_19_21_56_Rich
  • NESSUNA VERSIONE PER TABLET E PC

Whatsapp sarà anche immediato quando siamo in giro, ma non lo è quando lavoriamo al pc o siamo sdraiati sul divano, dobbiamo rispondere ad un messaggio e il telefono è dall’altra parte della casa. O magari il telefono è scarico e dobbiamo mandare informazioni urgenti. E’ assurdo che nel 2016 manchi una versione dell’app anche per tablet e pc, così da potersi scrivere anche quando non abbiamo il telefono sotto mano. Per non parlare di quando dobbiamo fare lunghe conversazioni: la comodità della tastiera fisica è insostituibile. Quante volte poi un amico ci ha mandato il link di un video youtube e abbiamo desiderato la possibilità di aprirlo su uno schermo più grande per goderselo appieno senza stare a ri-cercarlo? O viceversa, vale a dire trovare una pagina importante e dover ri-trovare il link dal telefono per poi mandarlo tramite whatsapp?

E’ TEMPO CHE WHATSAPP DIVENTI UNIVERSALE E SLEGATO DAL NUMERO DI TELEFONO DELL’UTENTE

In verità qualcosa esiste già e si chiama Whatsapp Web, ma è molto
elementare: il telefono deve per forza essere connesso a internet ed è accessibile solo da browser. Mancano parecchie funzioni e su tablet ha molti problemi di interfaccia. E’ anche troppo dipendente dal telefono: appena la connessione su cellulare manca tutto il sistema va in palla e whatsapp web diventa inutilizzabile. Assurdo poi il fatto di legare l’account al numero di telefono: perchè non creare profili tradizionali?

WP_20160408_16_01_33_Rich

Whatsapp Web

L’ideale sarebbe creare un account slegato dal proprio numero e sviluppare un sistema universale così da poter utilizzare il servizio come si vuole, quando si vuole e su qualunque dispositivo si ha sotto mano al momento. Un po’ come Facebook Messenger o Skype.

  • IL BACKUP

Il backup delle chat di whatsapp è un disastro. Proprio perchè l’account è legato al numero di telefono, è impossibile eseguire backup in cloud (come dovrebbe essere) ma solo in locale, motivo per cui se si cambia numero, sistema operativo o anche solo telefono sarà estremamente difficile ripristinare correttamente tutte le chat. Specialmente sui telefoni Android. L’ideale sarebbe, ancora una volta, slegare l’account dal numero di telefono e creare un backup in Cloud in modo da non perdere mai nessuna conversazione.

Certamente whatsapp ha perlopiù aspetti positivi, ma questi piccoli problemi allontanano il servizio dalla perfezione. Purtroppo l’aggiunta di funzionalità è sempre stato abbastanza lento e forse ci vorranno anni per correggere le tre cose che ho elencato. Spero davvero di sbagliarmi, perchè la comodità e l’immediatezza di Whatsapp ne beneficerebbero enormemente, almeno secondo l’uso che ne faccio io.